giovedì, 26 novembre 2020
Medinews
22 Dicembre 2008

FUMATORI FRANCESI ‘RESISTONO’, DIVIETI NON TAGLIANO CONSUMI

I fumatori francesi ‘resistono’. Nonostante i divieti che dallo scorso gennaio impediscono di accendere sigarette in bar, ristoranti e luoghi pubblici, il vizio tra i francesi non accenna a diminuire. Dato positivo della legge anti-tabacco è comunque la drastica riduzione del fumo passivo, rileva l’Ufficio francese di prevenzione del tabagismo (Oft) sottolineando che dal 2005 al 2008 non si sono registrati cali per il tabagismo attivo e, come ogni anno, anche in questi 12 mesi sono andate in fumo 54 miliardi di sigarette. L’Oft chiede di puntare con più decisione sulla dissuasione economica: con un aumento del 10% sul prezzo del tabacco si ridurrebbe, secondo l’ente, del 4% il consumo.
TORNA INDIETRO