venerdì, 3 febbraio 2023
Medinews
15 Novembre 2010

FNOMCEO: ‘INFERMIERI-MEDICI’, RISPETTARE RUOLI

E’ ”importante che il ruolo del medico resti centrale e di garanzia per il cittadino nei percorsi di diagnosi e cura e che il medico non sia emarginato o ‘bypassato”’. Con questo monito il presidente della Fnomceo Amedeo Bianco ha commentato la sperimentazione ai nastri di partenza in sei ospedali toscani, dove a curare alcuni problemi clinici ‘minori’ nei pronto soccorso saranno gli infermieri. ”Valuteremo con cautela e seguiremo con estrema attenzione tale sperimentazione – ha detto Bianco – perché il ruolo del medico deve restare centrale e non va ‘bypassato’; questo non per una sorta di ‘guerra’ tra corporazioni ma in virtù delle garanzie da dare al cittadino”. Secondo il presidente Fnomceo va comunque sottolineato che si tratta di una sperimentazione ed ”e’ chiaro – ha rilevato – che tali attività assistenziali sarebbero comunque svolte all’interno di un sistema che e’ di garanzia, quali sono i dipartimenti di emergenza dove sono presenti i medici; inoltre, l’attività degli infermieri sarebbe indirizzata a patologie minori per le quali sono già concordati protocolli di trattamento”. Ma si pone in ogni caso un problema di responsabilità: ”Comunque – ha commentato Bianco – il ruolo che esercita il medico quale garante verso istituzioni e cittadini non può e non deve essere emarginato o ‘bypassato’, e laddove si parla di diagnosi e cura e’ evidente che il medico deve essere centrale”. Il problema legato alla ”delega di tali funzioni – ha concluso Bianco – e’ un problema complesso dal punto di vista giuridico e deontologico, e qualora si intendesse mettere a regime un simile modello andrebbe ben chiarito il ruolo del medico”.
TORNA INDIETRO