mercoledì, 25 novembre 2020
Medinews
24 Febbraio 2009

FIBRILLAZIONE ATRIALE: FARMACO SPERIMENTALE RIDUCE DEL 24% MORTALITA’ RISPETTO A PLACEBO

Un nuovo farmaco antiaritmico, il dronedarone, ancora in sperimentazione e quindi non disponibile, riduce del 24% sia i decessi che i ricoveri per malattie cardiovascolari rispetto al placebo. E’ il risultato dello studio ‘ATHENA’, pubblicato su New England Journal of Medicine, coordinato da Christophe Leclercq del Centre Hospitalier Universitaire di Rennes in Francia, svolto in 550 centri di 37 Paesi su più di 4.600 pazienti con fibrillazione atriale seguiti per quasi 2 anni. “Il dronedarone è simile all’amiodarone (oggi raccomandato da tutte le principali linee guida ACC/AHA/ESC, ndr) – afferma Leclercq – ma agisce differentemente sui canali ionici; i pazienti dello studio non avevano scompenso grave ma una fibrillazione striale parossistica o persistente, oppure un flutter con quindi un ulteriore rischio di decesso”.
Esc – New England Journal of Medicine
TORNA INDIETRO