mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
8 Giugno 2010

FAZIO, PIU’ FARMACI GENERICI E INCENTIVI PER RIDURRE PREZZI

Limitare i tagli ai prezzi dei farmaci brevettati incentivando la prescrizione dei generici, più a basso costo. E’ quanto afferma il ministro della Salute Ferruccio Fazio, in un’intervista al Financial Times spiegando il programma del governo italiano per diminuire la spesa farmaceutica. Un modello “all’inglese”, quello a cui punta Fazio, per premiare i medici che contribuiscono alla riduzione del valore complessivo dei farmaci e all’aumento percentuale dei medicinali generici. “L’industria farmaceutica – ha detto il ministro – non e’ contenta e abbiamo la sensazione che i loro prezzi siano controllati. Il problema non sono gli sconti sui medicinali di marca ma i volumi”. Fazio ha sottolineato che si stanno considerando “incentivi per i medici di base”. L’annuncio arriva dopo la manovra decisa dal governo italiano per ridurre i prezzi dei farmaci generici. In Italia l’industria farmaceutica e’ tra le più grandi in Europa per volumi di vendita e il governo è preoccupato per l’insufficiente tasso di sostituzione con i medicinali generici. Tra le misure previste nel piano di austerità voluto dall’esecutivo italiano, il taglio del 12,5 per cento sui prezzi dei generici e l’introduzione del meccanismo delle gare per cui il Sistema sanitario nazionale potrà acquistare solo i medicinali più economici. Fazio ha poi auspicato che la centralizzazione degli acquisti aumenterebbe l’efficienza del sistema, diminuendo quindi le spese. Il ministro della Salute ha poi sottolineato di considerare meccanismi per ridurre i ritardi nei pagamenti delle fatture per i medicinali da parte delle Regioni, ritardi che hanno spinto i produttori ad alzare i prezzi. Infine il ministro ha escluso nuovi ticket sulle visite.
TORNA INDIETRO