sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
12 Ottobre 2010

FAZIO: ECCO IL PIANO PER RIDURRE LE LISTE D’ATTESA

Un piano organico per ridurre, “in tempi brevi”, la durata spesso spropositata delle liste d’attesa: più che una svolta, “una rivoluzione”. Non usa mezzi termini il ministro della Salute Ferruccio Fazio per descrivere il piano per le liste d’attesa che “prevede una serie di punti, che saranno attuati in tempi brevi”. Il piano, ha spiegato Fazio, prevede “innanzitutto un monitoraggio su tutte le liste di attesa, con particolare attenzione verso le patologie cardiovascolari ed oncologiche, che necessitano di controlli e terapie urgenti. Con l’inserimento di paletti tali che non sarà più possibile avere 300 o 400 giorni di attesa per esami importanti come avviene adesso”. Inoltre il centro unico di prenotazione nazionale “ha lo scopo di mettere in rete i centri regionali, e ci consentirà di identificare i buchi nelle liste d’attesa. Questo meccanismo di monitoraggio seguito direttamente dall’Agenas consentirà di sapere dove non viene applicato il piano e quindi di agire tempestivamente”. Un intervento importante, sottolinea il ministro, anche perché “la prevenzione ha un ruolo cruciale in molte patologie, a partire da quelle oncologiche. Alcune patologie a rischio, come il tumore al seno per la donna e altri tumori che colpiscono in particolare gli uomini, devono poter usufruire di esami, visite, controlli e terapie in tempi strettissimi inseriti nel servizio sanitario nazionale”.
TORNA INDIETRO