sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
25 Maggio 2009

FAZIO: 65% OSPEDALI VETUSTO, RIVEDERE RISCHI SISMA

Gli ospedali italiani sono ‘vetusti’, e per questo occorre rivedere le linee guida per i rischi sismici. Lo ha riferito il viceministro della Sanità Ferruccio Fazio nel corso di un’audizione presso la Commissione di inchiesta sul Ssn di Palazzo Madama, incentrata sul problema delle condizioni strutturali degli ospedali situati in zone a rischio sismico. “Nell’ultimo censimento – ha spiegato Fazio – effettuato nel 2001 su circa 1000 presidi, il 65% risultava costruito prima del ’70 (di cui il 15% prima del ‘900 e il 20% tra il ‘900 e il ’40), il 20% tra il 1971 e il ’90, e soltanto il 15% dopo il 1991”. “Emerge – ha quindi sottolineato Fazio – un quadro nazionale che evidenzia una diffusa vetustà delle strutture ospedaliere esistenti”. Per questo motivo, ha annunciato il viceministro, “è mia intenzione riavviare, quanto prima, un nuovo tavolo tecnico cui affidare il compito di aggiornare le linee guida” per il miglioramento della sicurezza sismica e della funzionalità degli ospedali.
TORNA INDIETRO