mercoledì, 6 luglio 2022
Medinews
13 Febbraio 2012

FATTORI DI RISCHIO DI INFEZIONE DEL SITO CHIRURGICO DOPO RESEZIONE DI CARCINOMA EPATICO

La ripetuta procedura di resezione e il versamento biliare sono fattori indipendenti di rischio per infezioni del sito chirurgico (SSI, organo o spazio), dopo epatectomia per carcinoma epatico. Nuove strategie di trattamento sono importanti per prevenire il versamento di bile e ridurre l’elevato tasso di infezioni post-operatorie. Le SSI, in particolare quelle che coinvolgono il distretto anatomico (organo o spazio), rimangono una causa frequente di morbilità maggiore dopo epatectomia per il carcinoma epatico. Lo studio pubblicato sulla rivista Journal of Hepatobiliary Pancreatic Sciences (leggi abstract originale) ha analizzato i fattori di rischio di SSI in 359 pazienti sottoposti a epatectomia per carcinoma epatico tra il 2001 e il 2010. Sono stati esaminati anche i batteri responsabili, la gestione, l’esito e le caratteristiche di queste infezioni. L’epatectomia anatomica è stata eseguita in 296 pazienti (82.5%) e ripetuta in 59 (16.4%). SSI si sono sviluppate in 52 pazienti (14.5%, 24 casi nel sito di incisione e 31 nell’organo o spazio; in 3 pazienti erano comparse entrambe). Non si è verificata alcuna mortalità ospedaliera legata a tali infezioni. Fattori indipendenti di rischio di SSI erano la ripetizione della procedura chirurgica e una durata della stessa ≥ 280 min. Fattori indipendenti di rischio di SSI nell’organo o spazio erano la ripetizione della procedura e il versamento di bile. Lo Stafilococco aureo meticillino-resistente è stato isolato più frequentemente nelle SSI (organo o spazio) sviluppatesi in seguito a ripetute epatectomie piuttosto che dopo la prima resezione. In conclusione, i ricercatori della Okayama University Graduate School of Medicine indicano la ripetizione dell’epatectomia e il versamento biliare quali fattori indipendenti di rischio di SSI nell’organo o spazio dopo la resezione chirurgica del carcinoma epatico. Lo sviluppo di nuove strategie di trattamento è importante per prevenire il versamento post-operatorio di bile e per ridurre l’elevato tasso di SSI dopo ripetute epatectomie.
TORNA INDIETRO