venerdì, 4 dicembre 2020
Medinews
5 Dicembre 2011

FARMACI: AIFA, PRIORITARIO COMBATTERE CONTRAFFAZIONE SUL WEB

“Noi non vogliamo sfidare il mondo del web, desideriamo che venga utilizzato in modo adeguato, prudente, e per combattere la contraffazione dei farmaci”. È quanto ha dichiarato il presidente del consiglio d’amministrazione AIFA Sergio Pecorelli lunedì scorso a margine di un convegno. In Italia la falsificazione dei farmaci ha una rilevanza dello 0.1%, un numero al di sotto del dato medio europeo (0.2%). Ai primi posti dei contraffatti le categorie degli integratori, ormoni della crescita e i farmaci contro la disfunzione erettile. “Non è solo questione di come un Paese si pone da un punto di vista giuridico. – ha ricordato Pecorelli -. La cosa più importante è riuscire a mettere attorno a un tavolo tutti gli interessati: cittadini, medici e giovani che sono attualmente i principali acquirenti di prodotti farmaceutici contraffatti”. “L’Agenzia del Farmaco – ha ribadito il presidente – crede nella lotta alla contraffazione, la collaborazione tra le diverse istituzioni deve costituire un valore aggiunto indispensabile per condividere esperienze e consentire la più ampia tutela della salute dei cittadini. L’AIFA ha ritenuto opportuno avviare una serie di misure preventive – ha concluso – con l’obiettivo di evitare che la problematica dei farmaci falsi possa assumere dimensioni preoccupanti”.
TORNA INDIETRO