domenica, 5 febbraio 2023
Medinews
1 Febbraio 2010

EURISPES: LISTE ATTESA OSPEDALI TROPPO LUNGHE PER 3 ITALIANI SU 4

Sono i tempi di attesa negli ospedali a far precipitare l’indice di gradimento dei cittadini nei confronti dei servizi offerti dal Ssn, del quale, peraltro, il 56% e’ poco o per niente soddisfatto. E’ quanto emerge dal Rapporto Eurispes Italia 2010. Delle attese all’interno degli ospedali si lamentano sostanzialmente tre persone su quattro: il livello di insoddisfazione interessa infatti il 74,5% degli cittadini, contro il 21,3% di quanti si ritengono al contrario soddisfatti. La scontentezza dovuta alle lunghe attese per accedere ai servizi erogati dagli ospedali è in tutte le aree geografiche superiore al 65% sebbene le maggiori criticità si riscontrino al Centro (83,8%), nelle Isole (82,4%), mentre i residenti al Nord-Est lamentano in misura minore i tempi di attesa (65,3%). Dai dati Eursispes, inoltre, emerge che la maggior parte dei cittadini, complessivamente il 56,3%, è poco (43,5%) e per niente (12,8%) soddisfatto dei servizi offerti dal servizio sanitario nazionale: il 41,7% apprezza i servizi offerti dalla sanità italiana abbastanza (37,2%) e molto (4,5%). In totale il 58,7% delle donne e il 53,9% degli uomini si sentono poco o per niente soddisfatti dei servizi in questione. A esprimere soddisfazione per la situazione sanitaria nel nostro Paese è soprattutto il Nord-Est (56,3%, abbastanza il 47,6% e molto l’8,7%), contro il 41,6% che non lo è (il 31,6% apprezza poco i servizi erogati a livello sanitario e il 10% non li apprezza affatto). A seguire il Nord-Ovest (43,4%) in cui il 38,6% degli abitanti è abbastanza soddisfatto del sistema sanitario e il 4,8% lo è molto, mentre il 43,4% si dice poco soddisfatto e il 10,6% esprime insoddisfazione al riguardo (per un totale del 54%). Tra gli abitanti del Centro il 48% si dice poco soddisfatto, il 35,9% lo e’ abbastanza, l’11,2% non lo è per niente e il 4% esprime il proprio totale apprezzamento. Anche al Sud è il 48,3% dei cittadini a gradire poco i servizi sanitari, seguito dal 32,4% di coloro che lo sono abbastanza, dal 15,5% di popolazione che risulta profondamente diffidente e il 2,4% che e’ molto soddisfatto. Infine nelle Isole il 46,3% dichiara la poca soddisfazione in merito ai servizi medici, seguito dal 28,7% di quanti si dicono abbastanza contenti, dal 19,9% degli insoddisfatti e dal solo 1,5% che esprime un alto grado di soddisfazione.
TORNA INDIETRO