domenica, 3 marzo 2024
Medinews
28 Luglio 2009

ESPERTI MOLINETTE, CURA DEPRESSIONE RIDUCE MORTALITÀ IN PAZIENTI ONCOLOGICI

La cura della depressione riduce di un terzo il rischio di mortalità tra i pazienti colpiti da cancro o da ictus. Questa la conclusione cui sono giunti gli esperti dell’unico reparto in Italia di Psiconcologia, attivo da 10 anni all’ospedale Molinette di Torino. “Le maggiori cause di morte nei paesi occidentali – ha spiegato il primario Riccardo Torta – sono le malattie cardiocerebrovascolari e il cancro: in entrambi i casi la presenza di una depressione dell’umore è in grado di aumentare di circa tre volte, a parità di condizioni organiche, il rischio di mortalità”. “In un paziente affetto da cancro, stroke o infarto del miocardio – ha continuato il professor Torta – la depressione infatti non coinvolge soltanto il cervello e la psiche, ma il corpo nel suo insieme riducendo le difese immunitarie e favorendo la patologia circolatoria”. La Psiconcologia delle Molinette di Torino è composta da un team di psicologi clinici, psichiatri ed è l’unica struttura italiana complessa a prevalente attività psico-oncologica. Il reparto si occupa in particolare dei pazienti con patologie tumorali lungo tutto il percorso di malattia, dall’ingresso in ospedale al ritorno a casa. In caso di necessità si occupa anche dei familiari dei pazienti. Per combattere la depressione, l’ansia e lo stress vengono impiegate terapie farmacologiche, psicoterapie individuali e di gruppo, agopuntura e tecniche di rilassamento. Nel 2008 sono state più di settemila le prestazioni ambulatoriali, cui si sono aggiunti oltre mille interventi fra terapia con antidepressivi e gruppi di psicoterapia e rilassamento e 120 interventi di assistenza psicoterapica a domicilio.
TORNA INDIETRO