sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
25 Agosto 2010

EMORRAGIA ALVEOLARE DIFFUSA: COMPLICANZA DEL CARCINOMA RENALE METASTATICO TRATTATO CON SUNITINIB

Primo caso pubblicato di un effetto avverso della terapia con il più comune farmaco anti-angiogenico utilizzato nelle fasi avanzate del tumore papillare

Il caso clinico di un uomo di 67 anni con carcinoma renale papillare metastatico che ha manifestato emottisi durante il trattamento con sunitinib è stato pubblicato nella rivista International Journal of Clinical Oncology (leggi abstract originale). La TAC toracica ha evidenziato lesioni opache rotondeggianti diffuse e liquido di lavaggio broncoalveolare emorragico dopo broncoscopia (flessibile). Le ombre anomale sono regredite prontamente dopo sospensione del farmaco. L’uomo aveva sofferto di emorragia alveolare diffusa controllabile durante quattro cicli di terapia con sunitinib ed è deceduto per insufficienza respiratoria 8 mesi dopo la diagnosi. I ricercatori giapponesi dell’Università di Kanazawa suggeriscono molta attenzione durante l’uso di farmaci anti-angiogenici in presenza di emorragia polmonare non solo in pazienti con tumore polmonare squamocellulare, ma anche in quelli con tumori metastatici ai polmoni.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 8 – Agosto 2010
TORNA INDIETRO