venerdì, 27 novembre 2020
Medinews
7 Aprile 2009

EFFICACIA DI SORAFENIB IN UN PAZIENTE CON INSUFFICIENZA RENALE CRONICA

Un paziente con carcinoma renale metastatico e scompenso renale cronico allo stadio terminale ha risposto al trattamento con sorafenib. Ad oggi, le opzioni di trattamento nei pazienti con insufficienza renale allo stadio terminale e carcinoma renale metastatico erano limitate. Sebastian Ruppin e colleghi dell’Università di Greifswald e Rostock in Germania hanno descritto, nell’articolo pubblicato in European Urology (leggi abstract originale), il caso clinico di un paziente di 69 anni, sottoposto ad emodialisi 3 volte la settimana, al quale è stato somministrato sorafenib (400mg x 2/giorno) dopo fallimento della terapia immunologica con interferone-alfa. Il trattamento continuativo, ben tollerato, ha indotto remissione e stabilizzazione della malattia per almeno 13 mesi (ndr: al momento della pubblicazione). La TAC ha confermato la stabilizzazione della metastasi polmonare e della recidiva locale. Sorafenib, quindi, si è dimostrato opzione efficace e sicura di trattamento per i pazienti con carcinoma renale metastatico in presenza di insufficienza renale cronica, anche se studi più ampi sono necessari per confermare quanto osservato.
TORNA INDIETRO