sabato, 5 dicembre 2020
Medinews
25 Marzo 2009

EFFICACIA DI SORAFENIB IN UN PAZIENTE CON INSUFFICIENZA RENALE CRONICA

Caso clinico di carcinoma renale metastatico che risponde al trattamento con sorafenib in un paziente con scompenso renale cronico allo stadio finale

Le opzioni di trattamento nei pazienti con insufficienza renale allo stadio finale e carcinoma renale metastatico sono limitate. Sebastian Ruppin et al. dell’Università di Greifswald e Rostock in Germania hanno descritto, nell’articolo pubblicato in European Urology (leggi abstract originale), il caso clinico di un paziente di 69 anni, sottoposto a emodialisi 3 volte la settimana, al quale è stato somministrato sorafenib (400mg x 2/giorno), dopo fallimento della terapia immunologica con interferone-alfa. Il trattamento continuativo, ben tollerato, ha indotto remissione e stabilizzazione della malattia per almeno 13 mesi (al momento della pubblicazione). La TAC ha confermato la stabilizzazione della metastasi polmonare e della ricorrenza locale. Sorafenib, quindi, si è dimostrato opzione efficace e sicura di trattamento per i pazienti con carcinoma renale metastatico in presenza di insufficienza renale cronica, anche se più ampi studi sono necessari per confermare quanto osservato.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 3 – Marzo 2009
TORNA INDIETRO