giovedì, 3 dicembre 2020
Medinews
4 Luglio 2011

DIETA RICCA DI FIBRE SERVE ALLA PREVENZIONE, MA VA INIZIATA PRIMA DEI 60 ANNI

Fino ai 60 anni d’età, chi assume una dieta più ricca in fibre ha un rischio significativamente più basso di malattie cardiovascolari rispetto a chi non aggiunge abitualmente cibi con fibre ai propri pasti. Nelle persone tra i 60 e i 79 anni, invece, l’assunzione di fibre nella dieta non risulta significativamente associata a una riduzione di tale rischio. E’ il risultato di una ricerca diretta da Hongyan Ning della Northwestern University Feinberg School of Medicine (Illinois, Stati Uniti) di cui si è discusso al meeting Nutrition, Physical Activity and Metabolism/Cardiovascular Disease Epidemiology and Prevention 2011 svoltosi di recente ad Atlanta, in Georgia (Stati Uniti). “È possibile – afferma Ning – che il nostro risultato derivi dal fatto che l’effetto benefico delle fibre alimentari richiede un lungo periodo prima di manifestarsi, e gli anziani coinvolti nello studio potevano aver già sviluppato un rischio per le malattie cardiovascolari al momento di iniziare la dieta arricchita di fibre”. Il consiglio dell’esperto per migliorare la salute futura è pertanto quello di impostare possibilmente fin da giovani una dieta ad elevato contenuto di fibre.

Salute24
TORNA INDIETRO