sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
6 Aprile 2010

DIABETE: LO SCREENING VA INIZIATO TRA 30 E 45 ANNI

Lo screening per il diabete di tipo 2 è attualmente raccomandato a partire dai 45 anni, in particolare per chi è in sovrappeso. Un nuovo studio suggerisce però che sarebbe meglio effettuarlo tra 30 e 45 anni. Richard Kahn, dell’American Diabetes Association, ad Alexandria, Virginia, e collaboratori, hanno usato un modello matematico per confrontare sette strategie di screening (a varie età d’inizio, da 30 a 60 anni, o al momento della diagnosi di ipertensione, e ripetuti ogni 3-5 anni fino all’età di 75 anni), rispetto al non-screening o allo screening ravvicinato (ogni 6 mesi a partire da 30 anni). Nello studio è stata fatta una simulazione su una popolazione di 325.000 non diabetici di 30 anni. Il modello ha dimostrato che lo screening per il diabete di tipo 2 a partire da 30 o 45 anni di età è economicamente conveniente e può diminuire gli infarti, le complicanze legate al diabete e i decessi. Lo screening iniziato con la rilevazione della pressione alta è meno efficace. Quindi, in generale, i ricercatori raccomandano l’avvio di screening a un’età compresa tra 30 e 45 anni, proseguendo poi ogni 3-5 anni, in particolare per le persone con obesità e/o una storia familiare di diabete.

Reuters – Lancet
TORNA INDIETRO