venerdì, 30 luglio 2021
Medinews
12 Dicembre 2011

DECRETO ANTI-CRISI: NUOVE NORME PER LA VENDITA DEI FARMACI

Via libera agli sconti in farmacie, parafarmacie e corner all’interno dei supermercati, su tutti i farmaci liberalizzati, compresi quindi anche quelli con obbligo di ricetta. È questa la novità contenuta nel decreto anti-crisi varato dal Governo Monti. Il comma 4 dell’articolo 32 del testo sancisce che: “è data facoltà alle farmacie e agli esercizi commerciali di praticare liberamente sconti sui prezzi al pubblico su tutti i prodotti venduti, purché le riduzioni di prezzo siano esposte in modo leggibile e chiaro al consumatore e siano praticate a tutti gli acquirenti”. Liberalizzazioni di vendita anche per i medicinali di fascia C con obbligo di ricetta, esclusi però quelli inseriti nell’elenco stupefacenti o con ricetta non ripetibile. Questo provvedimento sarà valido solo nei Comuni sopra i 15 mila abitanti. Al comma 2 si sottolinea che “negli esercizi commerciali la vendita dei medicinali deve avvenire nell’ambito di un apposito reparto delimitato, rispetto al resto dell’area commerciale, da strutture in grado di garantire l’inaccessibilità ai farmaci da parte del pubblico e del personale non addetto, negli orari sia di apertura al pubblico che di chiusura”.
TORNA INDIETRO