lunedì, 18 ottobre 2021
Medinews
19 Luglio 2012

DATABASE DEI PAZIENTI CON CARCINOMA RENALE METASTATICO E AVANZATO TRATTATI CON TERAPIE TARGET NELLA REPUBBLICA CECA

È stato presentato RenIS per il monitoraggio e la valutazione della malattia e delle cure oncologiche che servirà come fonte di informazione nella pratica clinica

Nella Repubblica Ceca, l’incidenza e la mortalità per carcinoma renale sono tra le più alte al mondo. Vari agenti target sono stati recentemente approvati per il trattamento del carcinoma renale in stadio avanzato o metastatico. Scopo dei ricercatori del Masaryk Memorial Cancer Institute di Brno era istituire un database clinico nazionale per il monitoraggio e la valutazione dei pazienti con carcinoma renale avanzato e metastatico trattati con terapie target: il registro RenIS (RENal Information System, http://renis.registry.cz) è infatti un database di non-intervento post-registrazione dei dati epidemiologici e clinici di 1541 pazienti con carcinoma renale trattati con agenti target nella Repubblica Ceca, con cartelle cliniche valide, inseriti entro il 10 ottobre 2011. Venti centri oncologici, eleggibili per la somministrazione di terapie target, hanno partecipato al progetto. A novembre 2011, sei agenti erano stati approvati, con rimborsabilità, dall’assicurazione nazionale pubblica: bevacizumab, everolimus, pazopanib, sorafenib, sunitinib e temsirolimus. Lo studio pubblicato sulla rivista Medical Oncology (leggi abstract), che ha comparato i dati del registro con quelli di popolazione presi dal Registro Nazionale Ceco del Cancro, ha rivelato che i pazienti con carcinoma renale trattati con agenti target erano significativamente più giovani (età mediana alla diagnosi 59 vs 66 anni). La maggior parte dei pazienti inseriti nel registro RenIS è stata trattata con sorafenib e sunitinib, molti li hanno utilizzati in sequenza. Più del 10% dei pazienti è stato trattato anche con everolimus in seconda o terza linea. Gli intervalli di sopravvivenza libera da progressione raggiunti erano comparabili a quelli osservati in studi clinici di fase III. In conclusione, il registro RenIS è divenuto un importante strumento e fonte di informazione per la gestione delle cure oncologiche e nella pratica clinica in quanto offre dati completi di monitoraggio e valutazione a livello nazionale delle terapie target nel carcinoma renale.


Renal Cancer Newsgroup – Numero 6 – Luglio 2012
TORNA INDIETRO