domenica, 26 settembre 2021
Medinews
2 Febbraio 2009

DASATINIB INTERAGISCE CON LE CELLULE T REGOLATORIE

Ricercatori tedeschi in collaborazione con ematologi cinesi hanno dimostrato che dasatinib a dosi terapeutiche induce inibizione della proliferazione e della funzione delle cellule T CD4+-CD25+

Le cellule T regolatorie CD4+-CD25+ (T-reg) possono influenzare la risposta immunitaria. Ancora poco è conosciuto circa gli effetti di dasatinib sulle T-reg coinvolte nella modulazione della risposta immunitaria verso il tumore/leucemia. Questo studio, pubblicato nella rivista British Journal of Haematology (leggi abstract originale), ha dimostrato che dasatinib causa inibizione dose-dipendente della proliferazione di T-reg e delle cellule T CD4+-CD25e di conseguenza una minore produzione delle citochine da esse secrete. Il trattamento con dasatinib inibisce la capacità soppressiva delle T-reg, attraverso un meccanismo che comprende l’arresto della divisione cellulare in fase G0 /G1, la down-regulation del fattore di trascrizione ‘forkhead box P3’, del recettore del TNF indotto da glucocorticoidi e della proteina 4 associata ai linfociti T citotossici, oltre che l’inibizione di alcuni passaggi dei ‘pathway’ che utilizzano Src ed il fattore nucleare kB. Dasatinib ha mostrato l’effetto inibitorio sulla proliferazione e funzione sia di T-reg che di cellule T CD4+-CD25 a dosaggi terapeuticamente rilevanti. Quindi, la sua somministrazione potrebbe interferire non solo con la reazione ‘graft-versus-leukemia’ ma anche con quella di GVHD nei pazienti sottoposti a trapianto allogenico di cellule staminali e/o infusione di linfociti del donatore.


SIEnews – Numero 3 – 5 febbraio 2009
TORNA INDIETRO