mercoledì, 2 dicembre 2020
Medinews
9 Febbraio 2009

CURE PALLIATIVE: A BOLOGNA PRIMA RIUNIONE AIOM

Sabato 31 gennaio i rappresentanti dei centri italiani di oncologia medica accreditati dall’Esmo – Bologna, Vicenza, Venezia, Roma, L’Aquila, Parma, Piacenza, Bergamo – si sono riuniti al policlinico Sant’Orsola-Malpighi ospiti dell’unità operativa di oncologia medica diretta dal dott. Andrea Martoni per la prima riunione della task force nominata da AIOM sulle cure palliative. Tra gli argomenti trattati i rapporti con le istituzioni e le altre società scientifiche, il ruolo della task force nella promozione della cultura scientifica della “simultaneous care”, la formazione dei giovani oncologi. Martoni ha presentato un progetto di ricerca per migliorare l’appropriatezza di uso della terapia antitumorale e l’integrazione tra l’oncologia medica e le cure palliative nei pazienti oncologici in fase avanzata; in particolare il progetto si pone l’obiettivo di un’integrazione sempre più forte tra le cure specialistiche erogate dalle unità operative di oncologia ospedaliere e le cure palliative di “gestione territoriale” con la collaborazione dei medici di medicina generale, dell’assistenza domiciliare e degli hospice. Il paziente oncologico, accanto alle cure antitumorali d’avanguardia, può così essere seguito da un’equipe medico-infermieristica durante l’intero percorso della terapia secondo il principio del “non abbandono” e della “presa in carico” del malato nella sua globalità. Il prossimo incontro della task force AIOM si terrà a Firenze il 3 aprile nel corso della Conferenza Nazionale AIOM sui tumori del colon retto.
TORNA INDIETRO