martedì, 5 luglio 2022
Medinews
15 Novembre 2011

CROLLANO I BREVETTI SANITARI IN ITALIA

In Italia cala drasticamente il numero di brevetti sanitari. E’ quanto ha sostenuto intervenendo alla seconda Conferenza nazionale sulla ricerca sanitaria la Società Italiana Brevetti (SIB). “ Siamo ad una diminuzione del 20% negli ultimi anni – ha affermato il consulente SIB Claudio Germinario – con tanti centri di ricerca farmaceutica chiusi nel nostro Paese. Un quadro desolante che solo nei primi mesi del 2011 mostra flebili segni di ripresa”. Il numero di brevetti depositati firmati da italiani ogni anno in Europa è tra il 3-3,5% del totale delle oltre 200 mila domande inoltrate alle autorità competenti. “Oggi – ha proseguito Germiniano – la tendenza all’innovazione per il settore sanitario si sta spostando su studi e ricerche nel mondo dei trattamenti personalizzati, l’ingegneria genetica. In quest’universo figure diverse, come l’informatico e il genetista, lavorano per lo sviluppo di brevetti in grado di fornire in futuro terapie ad hoc”.
TORNA INDIETRO