Medinews
22 Aprile 2014

COTTARELLI: NO AI TAGLI IN SANITÀ, SOLO INTERVENTI SUGLI SPRECHI

“In sanità non ci saranno tagli lineari ma solo interventi sugli sprechi come ad esempio l’acquisto di beni e servizi a prezzi troppo alti”. E’ quanto ha affermato alle Commissioni riunite di Bilancio di Camera e Senato il Commissario per la spending review, Carlo Cottarelli che ha confermato i 4,5 miliardi di interventi previsti sul comparto sanitario. “I tagli alla spesa pubblica non possono mettere tutti d’accordo – ha sottolineato il Commissario -, ma questo non vuol dire che si vadano a toccare i servizi essenziali. Ogni spending review deve infatti tener conto anche degli standard di qualità dei servizi erogati. Nel Documento di Economia e Finanza sono stati recepiti buona parte dei suggerimenti contenuti nel report inviato al comitato interministeriale per la revisione della spesa lo scorso 11 marzo. La prima fase della revisione della spesa – ha ricordato Cottarelli – procede secondo il programma di lavoro stabilito a novembre, la seconda fase inizierà a maggio con riforme che riguardano la riorganizzazione della presenza territoriale dello Stato. Anche la terza riguarda la trasformazione della revisione della spesa da una procedura ad hoc, ad una procedura che diventa parte integrante del bilancio dello Stato. La spending review – ha concluso il Commissario – è una strada che può arrivare a destinazione, e senza dover fare ricorso ai famigerati tagli lineari. Soprattutto se, come è in programma a settembre, con la Legge di stabilità si procederà alla riorganizzazione delle strutture periferiche dello Stato”.
TORNA INDIETRO