domenica, 3 luglio 2022
Medinews
12 Giugno 2012

CORTE DEI CONTI: LA CORRUZIONE DILAGA NELLA SANITÀ

“Nel settore sanitario si registrano frequenti episodi di corruzione a danno della collettività che continuano a essere denunciati”. E’ questo l’allarme lanciato dalla Corte dei Conti nel Rapporto 2012 sul Coordinamento della Finanza Pubblica. “Nella sanità – ha rilevato il Presidente di coordinamento delle Sezioni riunite in sede di controllo della Corte dei Conti, Luigi Mazzillo – continua, tuttavia, a presentare fenomeni d’inappropriatezza organizzativa e gestionale che opportunamente ne fanno un ricorrente oggetto di attenzione ai fini dei programmi di tagli di spesa. Senza però dover per questo ricominciare daccapo e rinunciare alla valorizzazione e allo sviluppo dei percorsi di rientro – ha proseguito Mazzillo – che sono stati positivamente sperimentati in questi anni, seppure senza contraddizioni e criticità, evidenziate dai frequenti episodi di corruzione a danno della collettività che continuano a essere denunciati nel settore”. “Se c’è una tendenza a delinquere in sanità, come altrove, questa va colpita – ha commentato il Ministro della Salute Renato Balduzzi -. Abbiamo una serie di strumenti per farlo e la corruzione va colpita con un’azione amministrativa precisa e con regole certe”.
TORNA INDIETRO