sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
27 Aprile 2010

CORONAROPATIA ASSOCIATA A MAGGIOR CONSUMO DI CARBOIDRATI SEMPLICI NELLE DONNE

Le donne che mangiano più zuccheri semplici (dolci, snack, cereali raffinati e bibite), ad alto indice glicemico cioè che alzano rapidamente il livello di glicemia, hanno un rischio di coronaropatia raddoppiato. Lo rivela una ricerca pubblicata su Archives of Internal Medicine, della Fondazione IRCCS Istituto Nazionale dei Tumori, Milano. I carboidrati a basso indice glicemico sono invece quelli che rilasciano glucosio lentamente, per esempio i cereali integrali. La ricerca è durata 8 anni e ha coinvolto 44.132 volontari – 13.637 uomini e 30495 donne di età compresa rispettivamente tra 35-64 e 35-74 anni – reclutati in cinque città italiane: Varese, Torino, Firenze, Ragusa e Napoli. Le partecipanti che avevano una dieta ad alto indice glicemico avevano un rischio di sviluppare una malattia cardiovascolare 2,24 volte più alto rispetto a quelle con una dieta a basso indice glicemico. Non era tanto la quantità a fare la differenza: i carboidrati con un valore più alto (per esempio i cereali raffinati) erano significativamente associati con un più alto rischio di coronaropatia, al contrario di quelli con un indice più basso. Lo studio non ha evidenziato alcuna relazione tra indice glicemico dei carboidrati consumati e rischio cardiovascolare negli uomini.

Da: Ansa – Galileo – Archives of Internal Medicine
TORNA INDIETRO