sabato, 28 novembre 2020
Medinews
22 Settembre 2009

COLESTEROLO: PER COMBATTERLO PIU’ EFFICACI I SEMI DI LINO INTERI

I semi, più che l’olio di lino, sembrano essere un vero toccasana per tenere sotto controllo il colesterolo, come risulta da diversi studi. I semi di lino da tempo sono annoverati tra i cibi “amici del cuore” perche’ contengono grandi quantità di acidi grassi omega-3, fibre, lignani (composti che aiutano la digestione) e acido alfa-linoleico, benefico appunto per il cuore. Tuttavia, gli studi sugli effetti dei semi di lino sul colesterolo hanno finora prodotto risultati contrastanti. Xu Lin, della Chinese Academy of Sciences a Shanghai, e i suoi colleghi hanno deciso di passare in rassegna 28 precedenti ricerche che hanno coinvolto più di 1.500 uomini e donne. Il consumo medio era di circa un cucchiaio di semi di lino o di olio di lino al giorno: i semi di lino interi si collegano in effetti con una riduzione del colesterolo totale e del colesterlo Ldl (“cattivo”), soprattutto nelle donne e nei soggetti che all’inizio dello studio avevano il colesterolo molto alto. L’equipe di Lin ha notato un abbassamento del colesterolo totale e Ldl anche in chi assumeva supplementi di lignani di seme di lino, ma nessun beneficio in chi prendeva supplementi di olio di semi di lino. I ricercatori concludono che sono i semi di lino interi, non l’olio, ad apportare i maggiori vantaggi per la salute, almeno per quanto riguarda il colesterolo. I trigliceridi, invece, non subivano variazioni ne’ con l’assunzione di semi di lino ne’ con il consumo di olio dello stesso seme.

Agi – American Journal of Clinical Nutrition
TORNA INDIETRO