sabato, 4 febbraio 2023
Medinews
2 Febbraio 2010

CNR: SCOPERTE DUE PROTEINE IN GRADO DI RIPARE I DANNI DA ISCHEMIA

Cripto e Tbx1, due proteine coinvolte nello sviluppo delle cellule staminali cardiache, potrebbero essere utilizzate per riparare i danni causati dalla cardiopatia ischemica. A sostenerlo due studi realizzati dall’Istituto di Genetica e Biofisica del Cnr e pubblicati su Circulation. “Cripto – spiega Gabriella Minchiotti, dell’Igb-Cnr di Napoli – è in grado di promuovere il differenziamento delle cellule staminali in cardiomiociti, agendo come ‘interruttore molecolare’ nelle primissime fasi dello sviluppo embrionale: se accesa determina il ‘destino cardiaco’ delle cellule; se spenta o assente blocca la cardiogenesi, promuovendo la formazione di neuroni”. Il secondo studio riguarda la proteina Tbx1. ”Cripto e Tbx1 – afferma Antonio Baldini direttore dell’Igb-Cnr di Napoli – sono due proteine distinte nelle fasi di sviluppo. La prima agisce a monte, durante la fase di ‘decisione’ del fato cellulare, la seconda a valle, quando il fato cellulare è già deciso ma le cellule sono ancora immature e in grado di differenziare i tipi cellulari del tessuto cardiaco”.

Da Asca
TORNA INDIETRO