mercoledì, 1 febbraio 2023
Medinews
9 Giugno 2010

CLEARANCE DI HBsAg E RISCHIO DI CARCINOMA EPATICO

Anche dopo scomparsa dell’antigene di superficie dell’epatite B, il rischio di sviluppare il tumore rimane, anche se molto ridotto rispetto ai pazienti che ne conservano tracce

Alcuni pazienti con infezione cronica da virus dell’epatite B (HBV) possono perdere la positività all’antigene di superficie (HBsAg). Questi individui sviluppano meno frequentemente carcinoma epatico. Non sono ancora tuttavia chiari i fattori associati sia alla scomparsa di HBsAg che all’incidenza di carcinoma epatico. Ricercatori del Liver Disease & Hepatitis Program, Alaska Native Tribal Health Consortium, di Anchorage hanno condotto uno studio prospettico di coorte in 1271 nativi dell’Alaska che avevano infezione cronica da HBV. Questi pazienti sono stati seguiti per un periodo medio di 19.6 anni per valutare i fattori associati alla scomparsa di HBsAg e al rischio di sviluppare successivamente carcinoma epatico. La scomparsa di HBsAg è stata osservata in 158 persone ad una velocità di clearance dell’antigene HBsAg di 0.7/anno. L’età avanzata, ma non il sesso, è stata associata a clearance di HBsAg, mentre la sua scomparsa non è stata correlata ad alcun particolare genotipo di HBV (A, B, C, D e F) nella popolazione indigena. I partecipanti allo studio sono stati seguiti per un periodo medio di 108.9 mesi dopo la scomparsa di HBsAg. Sei pazienti, 2 cirrotici e 4 non, hanno sviluppato carcinoma epatico in media 7.3 anni dopo la clearance di HBsAg (range: 2.0-15.5 anni). L’incidenza di epatocarcinoma dopo la clearance di HBsAg era di 36.8 casi per 100000 per anno (IC 95%: 13.5-80.0), dato significativamente più basso di quello osservato nei pazienti che rimanevano positivi a HBsAg (195.7 casi per 100000 persone-anno di follow-up, IC 95%: 141.1-264.5; p < 0.001). Dopo la scomparsa di HBsAg, HBV DNA è stato rilevato nel siero di 28 pazienti (18%) che ne hanno mostrato la scomparsa in media 3.6 anni dopo la clearance. Lo studio pubblicato nella rivista Hepatology (leggi abstract orignale) indica che il carcinoma epatico può svilupparsi in pazienti con epatite B cronica che hanno perso la positività a HBsAg, anche in assenza di cirrosi, e suggerisce l’importanza della sorveglianza di questi pazienti con ecografie periodiche per rilevare il carcinoma epatico in fase precoce.


Liver Cancer Newsgroup – Numero 6 – Giugno 2010
TORNA INDIETRO