Medinews
16 Dicembre 2014

CHIAMPARINO: IL NOSTRO SSN TRA I MIGLIORI AL MONDO

“Al Governo abbiamo detto che siamo disponibili a rinunciare a quasi tutto l’aumento del Fondo previsto dal Patto, senza incidere sui livelli essenziali di assistenza ma sui beni e servizi acquistati e sulla farmaceutica territoriale e ospedaliera. Senza toccare ticket e tasse salvo casi eccezionali come in Piemonte dove abbiamo dovuto fare un intervento fiscale per salvare la regione visto l’elevato debito (2 miliardi certificati)”. E’ quanto ha affermato ieri il presidente della Conferenza delle Regioni Sergio Chiamparino, durante un’intervista alla stampa. “Il nostro Servizio Sanitario Nazionale è considerato uno dei migliori al mondo e costa meno e non c’è tutto questo grasso – ha evidenziato Chiamparino -. Certo come in tutta la pubblica amministrazione ci sono punti dove investire e altri dove riqualificare e questo era il senso del Patto per la salute. Quando si propone di tagliare 4 miliardi alle Regioni è impensabile non toccare la sanità perché è quasi l’80% del budget – ha ricordato Chiamparino -. Abbiamo fatto un’ipotesi di distribuzione della riduzione di 1,5 miliardi. Un terzo pensiamo di ridurlo migliorando gli acquisti di beni e servizi intermedi e un altro terzo sulla farmaceutica ospedaliera e un altro terzo sulla territoriale”.
TORNA INDIETRO