giovedì, 18 luglio 2024
Medinews
29 Gennaio 2013

CERGAS BOCCONI: IN ITALIA I FARMACI COSTANO MENO CHE NEL RESTO D’EUROPA

In Italia i prezzi dei farmaci sono significativamente inferiori rispetto a quelli dei principali Paesi europei come Germania, Francia, Inghilterra e Spagna. E’ quanto ha evidenziato una ricerca del Cergas Bocconi, curata da Claudio Iommi e Francesco Costa che ha messo a confronto i prezzi unitari delle prime 150 molecole in farmacia (60% del fatturato di classe A) e le prime 50 per l’ospedaliera (30% del mercato) al lordo di sconti e di contratti specifici di rimborso o di prezzo condizionati. Secondo lo studio i medicinali reperibili nelle farmacie italiane costano il 18,9% in meno, mentre quelli ospedalieri l’8%. La media è quindi del 14,6% inferiore sul mercato totale. “Il risultato è in linea con studi analoghi condotti in precedenza, sia per la spesa in farmacia che per quella ospedaliera – ha evidenziato Claudio Iommi -. La novità più significativa riguarda il posizionamento dei farmaci off-patent”. Dallo studio, emerge, infatti, in farmacia i prezzi dei senza brevetto costino fuori Italia in media il 16,5% in più, con il valore massimo del +28,7% in Francia. “Da una parte è l’effetto dell’applicazione sempre più estensiva del prezzo di riferimento, dall’altra delle revisioni dei prezzi delle molecole off patent da parte dell’AIFA da un anno a questa parte, con il conseguente abbattimento dei costi”.
TORNA INDIETRO