martedì, 24 novembre 2020
Medinews
12 Maggio 2009

CATANIA, WORKSHOP SULL’IMPIEGO DELLE TERAPIE ORALI IN ONCOLOGIA

Le terapie multispecialistiche innovative per il trattamento di tumori fanno conquistare all’Università Cattolica di Campobasso i primi due premi per il miglior contributo scientifico assegnati in occasione del workshop dedicato all’ “Impiego delle terapie orali in oncologia” che si è svolto a Catania (organizzato da AIOM Sicilia). Gli studi premiati riguardano il trattamento combinato verso due tra i più aggressivi tumori esistenti, quello del cervello (‘Temozolomide concomitante alla IMRT accelerata nei glioblastomi multiforme: studio di fase 1’ di Ruggieri V et al, Dipartimento di Oncologia, Università Cattolica Del Sacro Cuore, Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche di Campobasso) e quello del pancreas (‘Capecitabina concomitante alla radioterapia accelerata nelle neoplasie bilio-pancreatiche: studio di fase 1’ di Mignogna S. et al, Dipartimento di Oncologia, Università Cattolica Del Sacro Cuore, Centro di Ricerca e Formazione ad Alta Tecnologia nelle Scienze Biomediche di Campobasso). Sono stati assegnati riconoscimenti anche all’Ospedale San Giovanni Battista di Torino (‘Attivazione di un ambulatorio dedicato alle terapie orali – Esperienza del centro onco-ematologico subalpino’ di Ciuffreda L et al, SC Oncologia Medica, Centro Onco-Ematologico Subalpino, AOU San Giovanni Battista-Torino) e all’Ospedale Vittorio Emanuele di Catania (‘Terapia sequenziale con sunitinib seguito da sorafenib nei pazienti con carcinoma renale metastatico: risultati preliminari’ di Condorelli R. et al, S.C. di Oncologia, A.O.U. Vittorio Emanuele-Catania).
TORNA INDIETRO