Medinews
17 Luglio 2012

CARDIOTOSSICITÀ CON TRASTUZUMAB ADIUVANTE IN PAZIENTI OVER-60 CON TUMORE INIZIALE DELLA MAMMELLA

I ricercatori della rete ICARO (Italian CARdio-Oncologic Network) hanno osservato che il 32% delle pazienti con tumore della mammella in stadio iniziale (EBC), positivo al recettore 2 del fattore di crescita epidermico umano (HER2+), trattate con trastuzumab adiuvante e chemioterapia (aTrastC), ha più di 60 anni e che queste donne presentano un aumentato rischio cardiovascolare e sviluppano spesso cardiotossicità con aTrastC. Trastuzumab, in terapia adiuvante, somministrato in associazione alla chemioterapia rappresenta il ‘gold standard’ per il trattamento di EBC HER2+. Le pazienti più anziane sono poco rappresentate negli studi clinici e limitati dati sono disponibili sulla cardiotossicità di trastuzumab in questa popolazione. Nello studio pubblicato sulla rivista Annals of Oncology (leggi abstract), 499 pazienti consecutive con EBC HER2+ sono state trattate con aTrastC presso 10 centri italiani. Gli autori hanno valutato la prevalenza della malattia e le caratteristiche delle pazienti più anziane di 60 anni (over-60), la prevalenza di cardiotossicità da aTrastC e i fattori di rischio. I risultati indicano che 160 pazienti erano over-60 (32%), che presentavano più alta prevalenza di ipertensione, diabete, disfunzione renale e dislipidemia con una percentuale di pazienti in trattamento con ACE-inibitori del 40 vs 8% e con beta-bloccanti del 20 vs 8%, rispetto alle più giovani (n = 339; 68%). Insufficienza cardiaca clinica si è sviluppata nel 6% delle over-60 e nel 2% delle pazienti più giovani e una riduzione della frazione di eiezione ventricolare sinistra superiore a 10 punti percentuali è stata rilevata nel 33% delle over-60 e nel 23% delle più giovani (tutte p < 0.05). Il trattamento con aTrastC è stato sospeso nel 10% delle prime e nel 4% delle seconde (p = 0.003) e ripreso nel 44% delle over-60 e nel 58% delle pazienti più giovani (p = n.s.). In conclusione, in pratica clinica il 32% delle pazienti con EBC HER2+ trattate con aTrastC è over-60: queste donne presentano un profilo di rischio cardiovascolare maggiore e sviluppano frequentemente cardiotossicità con aTrastC.
TORNA INDIETRO