giovedì, 25 luglio 2024
Medinews
18 Settembre 2012

CARDIOPATIE CONGENITE: POSITIVI RISULTATI DELL’ABLAZIONE GUIDATA CON MAGNETI

E’ stato portato a termine lo studio dal più lungo follow-up (2 anni) relativo all’utilizzo di piccoli magneti per guidare il catetere e l’ablazione di aritmie nei pazienti con cardiopatia congenita. In questi malati l’intervento ablativo può risultare particolarmente impegnativo a causa di anomalie strutturali e/o precedenti operazioni chirurgiche. Ferdi Akca e colleghi dell’Erasmus Medical Center di Rotterdam, Olanda, affermano che la tecnica “ha fornito risultati molto soddisfacenti che perdurano nel corso del tempo, migliora la sicurezza per il paziente e può essere utilizzata come approccio di routine per i malati ad alto rischio con un’anatomia cardiaca atipica.” In un documento sull’American Journal of Cardiology online il 10 maggio 2012, i ricercatori riferiscono di 43 procedure di ablazione con cateteri a radiofrequenza in 36 pazienti, di cui 29 con una storia di chirurgia cardiaca. Poiché questi pazienti raggiungono l’età adulta, spiegano gli investigatori, “diventano altamente suscettibili di complicanze associate alla chirurgia riparativa”. L’ablazione guidata con i magneti ha avuto successo in 31 pazienti (86%) e, curiosamente, la probabilità di successo è risultata più elevata quando il difetto originale era più complesso. Per il grado 1 (cioè cardiopatie congenite semplici), la percentuale di successo era del 50%, mentre per una patologia di elevata complessità, era dell’89%. Durante i due anni di follow-up, tuttavia, i pazienti affetti da patologie cardiache semplici erano meno vulnerabili alla recidiva. I ricercatori riconoscono che non vi sono dati di confronto tra le tecniche di ablazione mediante catetere guidato con magneti o manualmente. “I nostri dati suggeriscono risultati promettenti – concludono – ma studi clinici randomizzati sono necessari per dimostrare l’effettiva superiorità della procedura guidata magneticamente”.
American Journal of Cardiology
TORNA INDIETRO