sabato, 13 luglio 2024
Medinews
15 Novembre 2012

CARCINOMA EPATICO IN PAZIENTI NON CIRROTICI IN ITALIA

Meno del 2% si sviluppa in questi individui, quasi mai in un organo sano; ma alla diagnosi si presenta in stadio avanzato, con bassa indicazione di trattamento curativo e prognosi nefasta

Nei Paesi occidentali il carcinoma epatico raramente si sviluppa in pazienti che non presentano cirrosi e gli studi che ne descrivono le caratteristiche sono poco frequenti. I ricercatori dell’Università di Genova hanno valutato le caratteristiche cliniche principali, le opzioni di trattamento e la sopravvivenza in pazienti con epatocarcinoma sviluppato nell’organo non cirrotico tra 3027 casi consecutivi reclutati negli ultimi 20 anni e registrati nel database italiano del tumore del fegato. Gli autori dello studio pubblicato sulla rivista Digestive and Liver Disease (leggi abstract) hanno identificato 52 pazienti con epatocarcinoma in fegato non cirrotico (1.7% di tutti i carcinomi epatici), 42 con malattia epatica cronica (80.8%) e 10 senza (19.2%). Nei pazienti che non presentavano patologia cronica, il diametro mediano del tumore è risultato maggiore rispetto a quello dei pazienti con epatite cronica (7.8 vs 4.0 cm; p = 0.046). Il trattamento curativo era attuabile in 20 pazienti (38.5%). La sopravvivenza globale mediana è risultata di 26 mesi e il tasso di sopravvivenza a 5 anni era del 23.7%. La diagnosi del tumore al di fuori di un programma di sorveglianza (p = 0.036), in stadio avanzato (p < 0.0001) e il trattamento non curativo (p = 0.007) sono stati associati a prognosi più sfavorevole, ma lo stadio tumorale era l’unico fattore predittivo indipendente di sopravvivenza. In conclusione, in Italia meno del 2% dei carcinomi epatici si sviluppa in un fegato non cirrotico e quasi mai nell’organo normale. Questi pazienti presentano tuttavia più frequentemente tumori in stadio avanzato, hanno un basso tasso di eleggibilità per il trattamento curativo e mostrano una prognosi sfavorevole malgrado la conservazione di una buona funzionalità epatica.


Liver Cancer Newsgroup – Numero 10 – Novembre 2012
TORNA INDIETRO