sabato, 28 gennaio 2023
Medinews
16 Novembre 2009

CAMMINARE VELOCEMENTE QUASI DIMEZZA IL RISCHIO DI DECESSO PER CAUSE CARDIOVASCOLARI

Camminare velocemente aiuta a prevenire le malattie cardiovascolari. Per confermare questa convinzione già suffragata da altri studi, i ricercatori della University Pierre and Marie Curie di Francia, hanno coinvolto in una ricerca durata 5 anni, 3.208 uomini e donne sane di età compresa tra i 65 e gli 85 anni. Gli uomini sono stati valutati come “camminatori veloci” se facevano più di 1,85 metri al secondo e “camminatori lenti” se riuscivano a coprire in un secondo solo 1,5 metri. Le donne, invece, sono state valutate come “camminatrici veloci” se riuscivano a percorrere 1,85 metri al secondo e “camminatrici lente” se in un secondo coprivano una distanza di soli 1,35 metri. La differenza di mortalità cardiovascolare tra i due gruppi era addirittura in media del 44%, risultato in parte spiegabile, ammettono i ricercatori, perché non è escluso che i primi sintomi dell’insorgenza di qualche problema cardiovascolare, non diagnosticato, possano indurre le persone a camminare più lentamente.

Agi
TORNA INDIETRO