lunedì, 20 settembre 2021
Medinews
1 Giugno 2009

BIANCO, CODICE DEONTOLOGICO MEDICI POTREBBE CAMBIARE

“Il codice deontologico è uno strumento dinamico che deve adattarsi alle esigenze in evoluzione continua: può esser cambiato, è nei poteri del Consiglio Nazionale farlo se e quando ce ne sono le ragioni, ci stiamo comunque riflettendo”. Lo ha annunciato Amedeo Bianco, Presidente della Fnomceo. Dunque, in seno alla Fnomceo è sempre accesa l’attenzione sulla possibile revisione ed aggiornamento del codice deontologico dei medici anche se non sono esplicitate le materie di merito. “La proposta Brunetta? Francamente non ne abbiamo ancora parlato – ha spiegato Bianco – Ma il profilo di quella proposta che attiene alla responsabilità del medico è già chiaramente esplicitato nel codice: in ogni caso è presto per una riflessione di merito”. Altra questione aperta è l’obbligo di segnalazione dell’immigrato clandestino previsto nel pacchetto sicurezza cui si aggiunge, in caso di segnalazione effettiva, il contrasto con il codice: una tenaglia per il medico? “Il vero braccio della tenaglia per un medico è operare e star contro quindi il codice deontologico dove ci sono – ha avvertito Bianco – una serie di obblighi morali e civili da rispettare: non solo ma come extrema ratio – ha concluso – siamo pronti ad adottare la clausola di coscienza, qualora e se la legislazione vigente dovesse confliggere con il codice fino all’autodenuncia”.
TORNA INDIETRO