Medinews
4 Novembre 2014

ASSOCIAZIONE TRA TAGLIA DELLA GONNA E RISCHIO DI TUMORE MAMMARIO IN POST-MENOPAUSA IN DONNE ANZIANE: STUDIO DI COORTE NEL UK COLLABORATIVE TRIAL OF OVARIAN CANCER SCREENING (UKCTOCS)

Una variazione della taglia della gonna (CSS), che indica approssimativamente la circonferenza vita, in un periodo di 10 anni sarebbe associata al rischio di sviluppare tumore mammario indipendentemente dall’indice di massa corporea (BMI). Molti studi suggeriscono un’associazione tra obesità globale e centrale e incremento del rischio di tumore mammario in donne in post-menopausa, tuttavia nessuno ha investigato l’influenza della variazione di obesità centrale sul tumore mammario. Nello studio prospettico di coorte, pubblicato sulla rivista British Medical Journal Open (leggi testo), ricercatori britannici hanno descritto l’associazione tra rischio di tumore mammario e CSS, riportata dalla paziente tra i vent’anni e l’età post-menopausale, utilizzando i dati di nove centri inglesi afferenti al UK Collaborative Trial of Ovarian Cancer Screening (UKCTOCS) che includevano donne in post-menopausa di età > 50 anni che non avevano anamnesi di tumore mammario prima o al momento dell’entrata nello studio. Tutte le donne hanno completato il questionario, all’arruolamento e all’entrata nello studio, e sono state quindi seguite con ‘flagging’ (in evidenza) nell’ambito del Centro di Informazione dell’NHS (National Health Service) in Inghilterra e dell’Hospital Episode Statistics. ‘Outcome’ primario era il tempo alla diagnosi iniziale di tumore mammario. Tra il 2 gennaio 2005 e il 1 luglio 2010, 92834 partecipanti al UKCTOCS (età mediana 64.0 anni) hanno compilato il questionario di entrata nello studio. Durante un follow-up mediano di 3.19 anni (intervallo tra 25° e 75° percentile: 2.46 – 3.78), 1090 donne hanno sviluppato tumore mammario. L’analisi con modello aggiustato per i potenziali fattori di confondimento ha indicato che il BMI all’arruolamento nello studio UKCTOCS (HR di variazione di 5 unità 1.076, IC 95%: 1.012 – 1.136), la taglia della gonna a momento dell’entrata nello studio (HR 1.051, IC 95%: 1.014 – 1.089) e la CSS (HR 1.330, IC 95%: 1.121 – 1.579) erano associati a un incremento del rischio di tumore mammario, ma non la taglia della gonna a 25 anni (HR 1.006, IC 95%: 0.958 – 1.056). La CSS era la misura dell’adiposità ‘bruciata’ maggiormente predittiva e l’ulteriore analisi, che includeva sia CSS che BMI nel modello, ha evidenziato che solo la CSS (HR 1.266, IC 95%: 1.041 – 1.538) rimaneva significativa e non il BMI (HR 1.037, IC 95%: 0.970 – 1.109). In conclusione, la variazione di taglia della gonna (indice approssimativo della circonferenza vita) in un periodo di 10 anni è risultata associata al rischio di sviluppare tumore mammario, indipendentemente dal BMI: un incremento unitario della taglia della gonna (nel Regno Unito, ad es. da taglia 12 a 14) ogni 10 anni tra i 25 anni e l’età post-menopausale sarebbe associato a un aumento del 33% del rischio di tumore mammario in post-menopausa. Gli autori, dunque, auspicano la validazione di questi risultati perché potrebbero rappresentare nelle donne uno mezzo semplice e diretto per capire il messaggio.
TORNA INDIETRO