sabato, 28 novembre 2020
Medinews
27 Febbraio 2012

ASSOCIAZIONE TRA ETÀ ALLA DIAGNOSI E MORTALITÀ SPECIFICA IN DONNE CON CANCRO DELLA MAMMELLA POSITIVO AI RECETTORI ORMONALI

Nelle donne in post-menopausa, l’avanzare dell’età sembra associata ad una più elevata mortalità cancro-specifica. Oltre ai classici fattori prognostici legati al cancro della mammella, anche le caratteristiche della paziente possono influenzare l’esito del tumore. Ricercatori europei in collaborazione con colleghi statunitensi hanno valutato l’associazione tra età alla diagnosi e prognosi in un’analisi di 9766 pazienti in post-menopausa con tumore positivo ai recettori ormonali arruolate tra gennaio 2001 e gennaio 2006 nello studio clinico randomizzato TEAM (Tamoxifen Exemestane Adjuvant Multinational). L’età alla diagnosi è stata suddivisa in categorie: ‘< 65 anni’ (n = 5349), ‘tra 65 e 74 anni’ (n = 3060) e ‘≥ 74 anni’ (n = 1357). Endpoint primario dello studio pubblicato sulla rivista Journal of the American Medical Association (leggi abstract originale) era la mortalità cancro-specifica, mentre endpoint secondari erano la mortalità per altre cause e la recidiva di cancro mammario. I risultati indicano che, durante un follow-up mediano di circa 5.1 anni, si sono verificati 1043 decessi. La mortalità cancro-specifica, misurata come percentuale della mortalità per tutte le cause, è diminuita con l’età (78% per le under 65, 56% per le pazienti di età compresa tra 65 e 74 anni e 36% per le over 75; p < 0.001). In analisi multivariata, la mortalità cancro-specifica è aumentata con l’età, rispetto alle pazienti più giovani di 65 anni, sia in quelle tra 65 e 74 anni (hazard ratio [HR] 1.25, IC 95%: 1.01 – 1.54) che nelle più anziane di 75 anni (HR 1.63, IC 95%: 1.23 – 2.16; p < 0.001). Analogamente, la recidiva di cancro alla mammella è aumentata con l’età nelle donne di 65 – 74 anni (HR 1.07, IC 95%: 0.91 – 1.25) e con più di 75 anni (HR 1.29, IC 95%: 1.05 – 1.60) (p < 0.06). Anche la mortalità per altre cause è aumentata con l’età sia nelle pazienti di 65 – 74 anni (HR 2.66, IC 95%: 1.96 – 3.63) che in quelle over 75 (HR 7.30, IC 95%: 5.29 – 10.07) (p < 0.001). In conclusione, nelle donne in post-menopausa con cancro alla mammella positivo ai recettori ormonali un’età più anziana alla diagnosi è associata ad una più elevata mortalità cancro-specifica (endpoint primario).
TORNA INDIETRO