mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
8 Febbraio 2010

APOPTOSI INDOTTA DA TRAIL DI CELLULE DI EPATOCARCINOMA IN PRESENZA DI TERAPIE TARGET

Ricercatori della Johannes Gutenberg-University di Mainz (Germania) hanno analizzato gli effetti di farmaci chemioterapici e di inibitori specifici delle chinasi, in combinazione al fattore TRAIL (tumor necrosis factor-related apoptosis inducing ligand), per il superamento della resistenza a TRAIL nel carcinoma epatico, ed hanno studiato l’efficacia di anticorpi diretti contro TRAIL per il sequestro di proteine antiapoptotiche BCL-2, nell’apoptosi indotta da TRAIL. I recettori di superficie per TRAIL (TRAIL-R1-4) e i livelli di espressione di proteine antiapoptotiche BCL-2 [MCL-1 e BCL-x(L)] sono stati analizzati rispettivamente con citometria a flusso e Western blotting. L’inattivazione di MCL-1 e BCL-x(L) è stata indotta attraverso transfezione con ‘small interfering RNA’ specifici. Le cellule di carcinoma epatico sono state trattate con inibitori delle chinasi e con farmaci chemioterapici: l’induzione di apoptosi e la vitalità cellulare sono stati analizzati con citometria a flusso e dosaggio con MTT (3-(4,5-Dimetiltiazol-2-il)-2,5-difeniltetrazolio bromuro). Nello studio pubblicato nella rivista World Journal of Gastroenterology (leggi abstract originale), i recettori TRAIL-R1 e R2 erano espressi in grande quantità nelle linee cellulari di carcinoma epatico Huh7 e Hep-G2. Tuttavia, il trattamento di queste linee cellulari, Huh7 e Hep-G2, con TRAIL e anticorpi agonisti ha indotto solo una bassa risposta apoptotica. La resistenza a sviluppare apoptosi con TRAIL è stata ridotta aggiungendo farmaci chemioterapici, come 5-fluorouracile e doxorubicina, o inibitori delle chinasi Ly294002 (inibizione di fosfoinositol-3-chinasi, PI3K), AG1478 (EGF-R chinasi), PD98059 (MEK1) e della rapamicina (di mammifero) e l’inibitore multichinasico sorafenib. Inoltre, le proteine antiapoptotiche BCL-2, MCL-1 e BCL-x(L), sembrano giochino un ruolo importante nella resistenza a TRAIL: l’inattivazione genica attraverso interferenza da RNA aumentava l’apoptosi indotta da TRAIL in cellule di carcinoma epatico. Anche l’inattivazione genica di MCL-1 e BCL-x(L) ha portato ad una significativa sensibilizzazione delle cellule di carcinoma epatico verso l’inibizione sia della chinasi N-terminale c-Jun e di PI3K. Lo studio identifica quindi nel blocco delle chinasi di sopravvivenza, nella combinazione con farmaci chemioterapici e nel target di proteine antiapoptotiche BCL-2 alcuni possibili meccanismi per superare la resistenza a TRAIL nel carcinoma epatico.
TORNA INDIETRO