domenica, 3 luglio 2022
Medinews
5 Marzo 2012

APLOGRUPPO I DEL CROMOSOMA ‘Y’ COLLEGATO AL 50% DI RISCHIO IN PIU’ DI CORONAROPATIA

Potrebbe nascondersi sul cromosoma Y, presente solo negli uomini, la causa della trasmissione genetica della coronaropatia, patologia più frequente proprio nei maschi, secondo uno studio condotto dall’Università di Leicester, in Gran Bretagna, pubblicato sullo scorso numero della rivista The Lancet. Maciej Tomaszewski e colleghi hanno analizzato i dati relativi a più di 3.000 uomini inglesi già arruolati in altri studi medici che indagavano il rischio cardiovascolare. Hanno sottoposto il gruppo a test genetici scoprendo che il 90% possedeva uno dei due aplogruppi comuni del cromosoma Y – aplogruppo I e aplogruppo R1b1b2. E, soprattutto, hanno evidenziato che il rischio di malattia coronarica tra gli uomini che posseggono la ‘versione’ aplogruppo I è risultato del 50% superiore a quello dei portatori dell’altra ‘versione’ del cromosoma Y. Tale legame è indipendente dai tradizionali fattori di rischio come il colesterolo alto, l’ipertensione e il fumo. Nell’articolo l’équipe afferma che ora è necessario individuare con precisione quali geni sul cromosoma Y sono collegati all’aumento del rischio di coronaropatia. La scoperta potrebbe portare a innovative modalità di cura e prevenzione dell’infarto negli uomini o alla messa a punto di un test genetico per individuare gli individui più a rischio.

The Lancet
TORNA INDIETRO