mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
11 Maggio 2010

ANGIOGRAFIA: RISULTATI COMPARABILI TRA OSPEDALI CON O SENZA CARDIOCHIRURGIA

L’angiografia coronarica può essere eseguita in sicurezza anche in centri dove non è presente una divisione di chirurgia, secondo quanto provato da uno studio pubblicato sull’ultimo numero della rivista European Journal of Cardiovascular Prevention and Rehabilitation. Ciò si deve al fatto che i miglioramenti della tecnica di intervento coronarico percutaneo (PCI) negli ultimi dieci anni hanno notevolmente ridotto il rischio di gravi complicazioni. Le due strutture messe a confronto in questo studio prospettico randomizzato per valutare la situazione sanitaria dopo PCI in contesti diversi, sono un ospedale di comunità in Norvegia (Stavanger University Hospital) e un centro regionale cardiaco con prestazione chirurgica (Haukeland University Hospital) a 213 chilometri di distanza. “I risultati nei due ospedali sono stati comparabili – ha affermato Tor Melberg ricercatore presso l’Ospedale Universitario di Stavanger in Norvegia – Nei pazienti stabili, il miglioramento sintomatologico, della capacità funzionale e della qualità della vita non è dipeso dal fatto che la PCI è stata effettuata in un ospedale con chirurgia o meno. Inoltre i pazienti e i loro familiari devono essere rassicurati sul fatto che la qualità della cura è paragonabile in termini di confronto di risultati nei casi di ospedali cittadini o periferici”.

Esc
TORNA INDIETRO