domenica, 3 luglio 2022
Medinews
12 Giugno 2012

ANGIOGRAFIA MIRATA SUI PAZIENTI ISCHEMICI AUMENTA L’EFFICACIA DELLA TERAPIA

L’angiografia delle lesioni non-ischemiche (o misura della riserva di flusso frazionale, FFR, guidata con angiografia) accoppiata alla terapia medica ottimale, nei pazienti ischemici (con almeno una stenosi e valore di FFR ≤ 0,80) può ridurre la necessità di rivascolarizzazione di un fattore tra 6-11 rispetto alla sola cura medica. E’ quanto definito da uno studio internazionale presentato il 15 maggio 2012 al congresso annuale della European Association of Percutaneous Cardiovascular Interventions (EAPCI). La ricerca fornisce anche una chiara evidenza che i pazienti non ischemici non vanno sottoposti ad angiografia ma possono essere trattati efficacemente con i farmaci. Lo studio prospettico randomizzato è stato condotto su oltre 1.200 pazienti in 28 centri in Europa e negli Stati Uniti. I malati con ischemia sono stati randomizzati ad angiografia delle lesioni non-ischemiche, con stent ad eluizione di ultima generazione, o a ricevere la terapia medica ottimale. I pazienti senza ischemia hanno assunto solo cure farmacologiche. Il risultato primario misurato comprendeva la mortalità per tutte le cause, l’infarto miocardico e l’ospedalizzazione non pianificata che richiede rivascolarizzazione urgente. “Molti pazienti per i quali consideriamo l’applicazione dello stent in realtà non hanno ischemia – spiega Bernard Debruyne della OLV Clinic di Aalst, in Belgio – e perciò possono essere adeguatamente trattati con terapia medica. Targetizzare l’angiografia ai pazienti che ne abbisognano e sulle lesioni corrette mediante la seconda generazione di sistemi a rilascio, può determinare un impatto importante sul tasso di successo di questi interventi”. Lo studio, iniziato nel maggio 2010 è stato interrotto precocemente a gennaio 2012 a causa di una differenza evidentissima tra i bracci in trattamento, con risultati clinici notevolmente migliori per i malati in cura con angiografia e terapia medica.

Esc – congresso EuroPCR 2012
TORNA INDIETRO