mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
4 Agosto 2010

ANALISI TEMPO-DIPENDENTE DEI FATTORI ASSOCIATI ALLA RECIDIVA DEL CARCINOMA EPATICO

Diversamente dai fattori determinati nelle prime fasi di trattamento, elevati livelli di AFP, DCP e ALT durante il follow-up predispongono alla recidiva del tumore

I fattori che favoriscono lo sviluppo di recidiva del carcinoma epatico dopo il trattamento sono diversi da quelli individuati prima del trattamento. Particolari precauzioni, quindi, devono essere prese quando i livelli di alfa-fetoproteina (AFP), des-gamma-carbossi protrombina (DCP) o alanina-aminotransferasi (ALT) rimangono elevati durante il follow-up. Sono molti gli studi che hanno valutato i fattori di rischio per la recidiva del carcinoma epatico, ma la maggior parte si è focalizzata sui fattori osservabili nelle fasi iniziali del trattamento, mentre quelli che predispongono alla recidiva durante il follow-up non sono mai stati oggetto di indagine. Scopo dello studio pubblicato nella rivista Liver International (leggi abstract originale) è stato valutare i fattori che si evidenziano durante e dopo il trattamento del carcinoma epatico. I dati di 271 pazienti consecutivi con carcinoma epatico che hanno ricevuto trattamento curativo tra gennaio 1994 e marzo 2004 sono stati esaminati durante il follow-up ed elaborati. La percentuale di recidiva è stata stimata con il metodo di Kaplan-Meier e i fattori predisponenti sono stati valutati con analisi di regressione di Cox a intervalli fissi e con analisi delle covariate tempo-dipendenti usando parametri multipli. Il periodo medio di follow-up è stato 4.86 anni e la recidiva è stata osservata in 169 pazienti (62.4%). Le percentuali di recidiva erano 27.9, 65.1 e 84.3% rispettivamente dopo 1, 3 e 5 anni. Tra le variabili determinate prima del trattamento, i fattori che predispongono alla recidiva sono i bassi livelli di albumina sierica [≤ 3.5 g/dl, hazard ratio (HR) = 1.47, intervallo di confidenza (IC) 95%: 1.07 – 2.01] e il numero di lesioni multiple (HR = 2.04, IC 95%: 1.46 – 2.84) in analisi multivariata a tempi fissi. In analisi tempo-dipendente, sono state analizzate sei variabili e 12013 diagrammi. L’analisi multivariata ha evidenziato le concentrazioni elevate di DCP (≥ 40 mUA/ml, HR = 2.33, IC 95%: 1.61 – 3.39), di AFP (≥ 100 ng/ml, HR = 2.01, IC 95%: 1.3 – 3.35) e di ALT (≥ UI/L, HR = 1.52, IC 95%: 1.1 – 2.1) quali fattori significativi associati alla recidiva.


Liver Cancer Newsgroup – Numero 8 – Agosto 2010
TORNA INDIETRO