Medinews
29 Aprile 2014

ANALISI DESCRITTIVA DELLE RICHIESTE DI BIOSIMILARI DEL FATTORE STIMOLANTE LA COLONIA DEI GRANULOCITI NEL MERCATO EUROPEO EU-5

I biosimilari sono copie di farmaci biologici di riferimento. Diversamente dai generici (copie di farmaci a struttura chimica semplice), i biologici sono più complessi, costosi e complicati da produrre. La conoscenza dei fattori che influenzano la competizione dei biologici dopo estinzione del brevetto rimane tuttora limitata. Lo studio pubblicato sulla rivista Applied Health Economics and Health Policy ha analizzato il mercato dei fattori stimolanti la colonia dei granulociti (G-CSF) nell’Unione Europea EU-5 (Francia, Germania, Italia, Spagna e Regno Unito) e ha determinato i fattori che influenzano le richieste di biosimilari di G-CSF, in particolare quello dei prezzi dei biosimilari rispetto agli ‘originator’. I ricercatori della Dauphine University di Parigi hanno utilizzato i dati dei volumi di farmaci, valori e prezzi dell’azienda produttrice per tutte le categorie di G-CSF, forniti da IMS Health. I volumi sono stati calcolati in dosi giornaliere definite (DDD, ‘defined daily doses’) e i prezzi espressi in Euro per DDD, mentre è da considerare che i cinque Paesi europei hanno acquisito un’esperienza di almeno 5 anni sui biosimilari di G-CSF (2007 – 2011). I risultati indicano due profili di mercato per i G-CSF: 1) Paesi con elevata distribuzione di commercio al dettaglio, che sono i mercati di G-CSF più ampi con bassa richiesta globale di biosimilari di G-CSF (5,4% in Francia e 8,5% in Germania nel 2011), e 2) Paesi con un canale ospedaliero prevalente, che sono i mercati più ridotti con più alta richiesta di biosimilari di G-CSF (12,4% in Spagna e 20,4% nel Regno Unito). Più le decisioni sono decentralizzate, più la loro richiesta è elevata. La differenza di prezzo tra biosimilari di G-CSF e il loro biologico di riferimento gioca un ruolo marginale a livello globale (differenze di prezzo di + 13,3% nel Regno Unito e di -20,4% in Francia). In conclusione, la competizione con i biosimilari di G-CSF varia significativamente tra i cinque Paesi del mercato europeo EU-5 considerati, probabilmente per le differenze del canale distributivo di G-CSF. Al momento, questa competizione non è basata principalmente sui prezzi, ma sulle opzioni politiche locali per stimolare le gare tra loro e i prodotti di seconda o terza generazione di recente registrati.
TORNA INDIETRO