Medinews
1 Luglio 2014

ALLARME ISS: OLTRE 11 MILIONI DI ITALIANI FUMANO REGOLARMENTE

I fumatori in Italia tornano a crescere. Oggi gli amanti delle sigarette sono 11,3 milioni, il 22% della popolazione, tra cui 6,2 milioni di uomini e 5,1 milioni di donne. L’anno scorso erano il 20,6%, si registra quindi un aumento dell’1,4%, in cui pesa soprattutto il “boom” femminile, schizzato dal 15,3 al 18,9 del totale (+3,6%) in un solo anno, contro il lieve calo (-0,8%) tra gli uomini. Sono questi alcuni dei dati dell’indagine Doxa-Iss 2014 sul fumo in Italia. Tra i tabagisti, molti (il 28,5%) sono accaniti, con oltre 20 sigarette al giorno, mentre il grosso (40,8%) fuma dalle 10 alle 19 “bionde” e un 9,5% ne consuma quotidianamente meno di 5. In media il 13,2% ha iniziato prima dei 15 anni, il 44% tra i 15 e i 17, il 28,4% tra i 18 e i 20, il 6,4% tra i 21 e i 24 anni e il 6,1% dopo i 24. Nel 2014 si dimezza il consumo di sigarette elettroniche. Solo il 2,1% dei fumatori ne fa uso, contro il 4,3% del 2013, a cui si somma un risicato 0,7% che continua a utilizzare e-cig senza nicotina. In tutto, si contano in totale 805mila persone che “svampano” occasionalmente o abitualmente, contro i 2,1 milioni del 2013. Raddoppia invece il consumo di sigarette rollate a mano, passato dal 9,6% del 2013 al 18% di quest’anno. L’abitudine è sempre più diffusa tra i giovani, e prevalentemente nelle regioni del Centro Italia. Ben il 95,2% dei tabagisti consuma le sigarette “tradizionali” in pacchetto.
TORNA INDIETRO