martedì, 27 settembre 2022
Medinews
14 Ottobre 2014

AIOM: “IL 60% DEI PAZIENTI SCONFIGGE IL TUMORE DEL COLON-RETTO”

Quella del colon-retto è la forma di cancro più diffusa in Italia, in costante crescita: nel 2013 sono state colpite 55mila persone, erano 52mila nel 2012 e 50mila nel 2011. Grazie alla ricerca, le percentuali di guarigione in 15 anni sono aumentate del 12% fra le donne e del 14% fra gli uomini. Attualmente il 60% dei pazienti sconfigge la malattia. La Fondazione “Insieme contro il Cancro”, in collaborazione con AIOM e Europa Colon, col sostegno di Amgen, ha realizzato una guida per affrontare la malattia, destinata ai pazienti e ai familiari, che è distribuita in tutti i centri della Penisola.“Tutti i pazienti colpiti da tumore del colon-retto dovrebbero essere sottoposti a un test molecolare – ha affermato Carmine Pinto presidente eletto AIOM -. Per garantire uniformità nella pratica clinica nell’applicazione dei test molecolari in tutta Italia AIOM e SIAPEC-IAP hanno sviluppato un ampio progetto per la caratterizzazione dei tumori in funzione della strategia terapeutica”. “Negli ultimi anni – ha proseguito Pinto -, abbiamo unito gli sforzi per stabilire le raccomandazioni che permettono di definire con precisione le caratteristiche biologiche di cinque tipi di cancro: al seno, al colon-retto, al polmone, allo stomaco e melanoma. Inoltre, in base a un recente controllo di qualità per la valutazione delle mutazioni genetiche nel carcinoma del colon-retto, è stato validato il 90% delle strutture di anatomia patologica e biologia molecolare (79 su 88) che si sono sottoposte in maniera volontaria al programma delle due società scientifiche. In questo modo siamo certi che il test venga eseguito secondo criteri uniformi e accurati. Si tratta di una procedura unica in tutta Europa e vanto italiano a livello mondiale”.
TORNA INDIETRO