lunedì, 23 novembre 2020
Medinews
27 Marzo 2012

AIFA: SUI FARMACI INNOVATIVI VA CALCOLATO ANCHE IL RAPPORTO BENEFICIO-PREZZO

“Le ricerche sociologiche applicate all’impiego dei farmaci e delle loro conseguenze in termini di efficacia o sicurezza, ci interessano molto perché gli unici portatori d’interessi che riconosciamo sono i pazienti e le loro famiglie”. E’ quanto ha dichiarato, a margine di un convegno, il Direttore Generale dell’Aifa Luca Pani. “L’elevato costo delle terapie innovative che si stanno affacciando sul mercato richiede un cambiamento di approccio nell’ambito dei sistemi sanitari – ha ricordato il direttore dell’Agenzia -, per far sì che le risorse dedicate al farmaco siano considerate globalmente. È stato importante dare all’Aifa non solo la valutazione rischio-beneficio ma anche quella di beneficio-prezzo. Solo quando questi due criteri coincidono – ha concluso Pani – il percorso di cura può essere appropriato e sostenibile in termini di Health technology assessment”.
TORNA INDIETRO