venerdì, 30 luglio 2021
Medinews
26 Settembre 2011

AIFA: LE NOSTRE REGOLE SONO MODELLO NEL MONDO

“Noi abbiamo il compito di stabilire regole che tengano in equilibrio le aspettative dei pazienti, la sostenibilità del sistema economico e le esigenze delle case farmaceutiche che investono. Proprio per questo il nostro regolatorio è un modello di riferimento in tutto il mondo”. E’ quanto ha affermato, a margine di una conferenza alla Normale di Pisa, il presidente dell’Aifa Sergio Pecorelli. “Del resto il nostro raggio d’azione – ha aggiunto il numero uno dell’Agenzia del Farmaco – è fissato dai punti cardine di una legge, secondo me molto assennata, che stabilisce di investire nell’innovazione tutto ciò che si risparmia con i farmaci generici. Questo garantisce la sostenibilità del sistema, perché, soprattutto in campo oncologico, vi sono farmaci che costano anche 100 mila euro a paziente per singoli cicli di terapie ed e’ chiaro che se li si dovesse applicare ai 3-4.000 pazienti colpiti da quella patologia non vi sarebbero altre risorse a disposizione. Pecorelli ha concluso ricordando che “il nostro regolatorio è chiamato dunque a fare scelte eque che tengano conto delle esigenze dei malati che guardano all’innovazione per trovare la cura, della sostenibilità economica del sistema sanitario e anche delle aziende che investono nella ricerca”.
TORNA INDIETRO