mercoledì, 8 febbraio 2023
Medinews
30 Novembre 2010

ADENOCARCINOMA POLMONARE PRIMARIO IN BAMBINI E ADOLESCENTI TRATTATI PER NEOPLASIE MALIGNE

Le lesioni polmonari riscontrate nei pazienti giovani affetti da tumori pediatrici possono essere istologicamente non distinguibili dall’adenocarcinoma polmonare dell’adulto. Queste lesioni possono esprimere mutazioni tipicamente associate all’adenocarcinoma dell’adulto sui geni EGFR e KRAS, anche prima della somministrazione di chemioterapia citotossica. L’adenocarcinoma polmonare primario è estremamente raro nei pazienti in età pediatrica. Esistono relazioni aneddotiche riguardanti lesioni che istologicamente non sono distinguibili dall’adenocarcinoma polmonare dell’adulto rispetto a quello che colpisce i pazienti più giovani sottoposti a terapie per tumori non polmonari. Ricercatori del Memorial Sloan-Kettering Cancer Center di New York hanno esaminato i dati clinici, istopatologici e molecolari riguardanti 8 casi di adenocarcinoma polmonare in pazienti giovani. La valutazione istopatologia dei tumori è stata condotta seguendo la classificazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Gli studi molecolari riguardanti le mutazioni di EGRF e KRAS sono stati eseguiti su 6 pazienti che hanno fornito materiale sufficiente per le analisi. Tutti gli 8 pazienti erano non fumatori (4 maschi e 4 femmine). L’età mediana al momento della diagnosi di cancro non polmonare era 14 anni (range: 3 – 23 anni) e gli adenocarcinomi polmonari sono stati diagnosticati ad un’età mediana di 15 anni (range: 10 – 24 anni). I tumori avevano dimensioni comprese tra 0.1 e 2.0 cm e in alcuni casi erano co-presenti con le metastasi del cancro originario. Lo studio retrospettivo, pubblicato nel Journal of Thoracic Oncology (leggi abstract originale), ha mostrato che in almeno tre pazienti i noduli polmonari erano già visibili nelle radiografie prima del trattamento chemioterapico. Dei 6 pazienti i cui tumori sono stati analizzati per mutazioni comuni di EGRF e KRAS, 2 sono risultati positivi per quelle in EGFR e uno per KRAS. Ad un follow-up mediano di 11 mesi (range: 2 – 29 mesi) 6 pazienti non mostravano noduli polmonari, mentre 2 presentavano altri piccoli noduli periferici nei polmoni che non sono stati sottoposti a biopsia.
TORNA INDIETRO