martedì, 1 dicembre 2020
Medinews
11 Gennaio 2011

ACCORDO FAVO-MINISTERO WELFARE A FAVORE LAVORATORI

Siglato un accordo tra il ministero del Welfare e le associazioni di volontariato in oncologia, a favore dei lavoratori e delle lavoratrici colpite dal cancro. Con questo documento – firmato dal presidente della Favo, Francesco De Lorenzo, nell’ufficio della consigliera nazionale di parità del ministero del Lavoro e delle politiche sociali, Alessandra Servidori – le parti si impegnano ad effettuare progetti condivisi finalizzati alla sensibilizzazione, informazione e formazione, in collaborazione con le parti sociali, sui luoghi di lavoro e negli istituti scolastici superiori. Via quindi a iniziative sui temi della prevenzione, salute e sicurezza. L’accordo – si legge in una nota della Favo – prevede di promuovere corretti stili di vita, politiche di conciliazione e di pari opportunità trasferibili per rendere effettiva e concreta l’applicazione delle norme vigenti in materia di politiche attive per la promozione delle pari opportunità. Saranno realizzare attività formative e informative mirate al sostegno dei lavoratori e lavoratrici affetti da patologie oncologiche e di coloro che si prendono cura e assistono i loro familiari. L’accordo – spiega la Favo – prevede anche la promozione di attività di coordinamento nazionale e successivamente territoriale per implementare documentazione e informazioni sulle patologie neoplastiche, per ricercare modalità di coordinamento in collaborazione con le parti sociali, per diffondere i risultati conseguiti dal modello organizzativo sperimentato. Saranno inoltre organizzati convegni e seminari di studio allo scopo di coinvolgere la comunità scientifica, sviluppare la documentazione e le normative europee, coinvolgere le organizzazioni sociali e istituzionali in iniziative anche di carattere locale. Previsto infine un incontro con le parti sociali per concordare, alla luce dei recenti rinnovi dei contratti collettivi di lavoro e della promozione di politiche di welfare, iniziative volte ad allargare i risultati già ottenuti a favore dei lavoratori malati di cancro e allo sviluppo di buone e nuove prassi applicate sul luogo di lavoro. In occasione della prossima Giornata nazionale del malato oncologico, insieme alla parti sociali, una sessione ad hoc sarà dedicata alle proposte operative da mettere in campo.
TORNA INDIETRO