mercoledì, 24 febbraio 2021
Medinews
23 Luglio 2014

‘ABSCOPAL EFFECT’ DELLA RADIOTERAPIA NEI PAZIENTI CON MELANOMA AVANZATO IN PROGRESSIONE DOPO IMMUNOTERAPIA CON IPILIMUMAB


La radioterapia può indurre quello che è definito ‘abscopal effect’, cioè una regressione delle lesioni metastatiche non irradiate, a distanza dal sito del tumore primario, direttamente trattato con la radioterapia. Questa risposta clinica è rara, ma è stato ipotizzato sia un fenomeno immuno-mediato, che suggerisce una potenziale azione sinergica tra immunoterapia e radioterapia. In questo studio, pubblicato sulla rivista OncoImmunology, i ricercatori dell’Istituto Nazionale Tumori Fondazione ‘G. Pascale’ di Napoli, Istituto Nazionale dei Tumori ‘Regina Elena’ di Roma e Consiglio Nazionale delle Ricerche di Sassari, hanno descritto l’outcome’ dei pazienti con melanoma avanzato, trattati con anticorpo monoclonale antagonista del blocco di checkpoint immunologico, ipilimumab, seguito da radioterapia. I pazienti sono stati selezionati tra quelli arruolati all’Istituto Nazionale Tumori Fondazione ‘G. Pascale’ di Napoli nell’ambito dell’Expanded Access Program’ di ipilimumab effettuato in Italia. I pazienti che hanno manifestato progressione della malattia dopo ipilimumab hanno ricevuto radioterapia in sequenza e sono stati valutati in questa analisi. Tra i 21 pazienti identificati, 13 (62%) hanno ricevuto radioterapia per trattare le metastasi cerebrali e 8 radioterapia diretta ai siti extracranici. Una risposta di tipo ‘abscopal’ è stata osservata in 11 pazienti (52%), 9 dei quali hanno manifestato risposte parziali (43%) e 2 stabilizzazione della malattia (10%). Il tempo mediano dalla radioterapia alla risposta di tipo ‘abscopal’ è stato di un mese (range: 1 – 4) e la sopravvivenza globale (OS) mediana per tutti i 21 pazienti era 13 mesi (range: 6 – 26). La OS mediana è stata più lunga (22,4 mesi; range: 2,5 – 50,3) nei pazienti che hanno manifestato un ‘abscopal effect’ vs 8,3 mesi (range: 7,6 – 9,0) in quelli che non l’hanno mostrato. Una risposta locale alla radioterapia è stata rilevata in 13 pazienti (62%) e, tra questi, 11 (85%) hanno manifestato una risposta di tipo ‘abscopal’; l’abscopal effect’ è stato osservato solamente nei pazienti che hanno sviluppato risposta locale. Questi risultati suggeriscono che la radioterapia dopo ipilimumab può portare, in alcuni pazienti con melanoma avanzato, a risposte di tipo ‘abscopal’ che correlano con una sopravvivenza globale più lunga. I dati di questo studio suggeriscono anche che le risposte locali alla radioterapia possono essere predittive di risposte di tipo ‘abscopal’. Gli autori affermano tuttavia che ulteriore ricerca in studi randomizzati più ampi è necessaria per validare questi risultati.

Abscopal effects of radiotherapy on advanced melanoma patients who progressed after ipilimumab immunotherapy. OncoImmunology 2014;3 May 14 [Epub ahead of print]
TORNA INDIETRO