lunedì, 30 novembre 2020
Medinews
28 Aprile 2009

A RISCHIO UN ITALIANO SU 2: NASCE IL PANE DELLA SALUTE, SENZA SALE E CON OMEGA 3

Gli italiani trascurano la salute del proprio cuore: uno su 5 fuma, il 40% soffre di colesterolo troppo alto, il 52% è iperteso, il 41% presenta una frequenza cardiaca sopra i 75 battiti al minuto e ben il 52% non pratica alcuna attività fisica. Il 41% è sovrappeso, il 12% addirittura obeso e ben il 20% degli uomini ha una circonferenza addominale sopra i 102 cm, livello considerato come soglia di rischio. Questi dati emergono da una singolare ricerca compiuta dall’Università di Ferrara, città che ha posto la salute cardiovascolare in testa alle proprie priorità: primo e unico caso in Europa, ha sviluppato un percorso integrato che comprende Istituzioni, strutture sanitarie, e Fondazioni. E grazie alla collaborazione fra Università e privati sono nati prodotti di eccellenza mondiale, come il “pane della salute”, il solo completamente privo di sale e ricco di omega 3. Ad oggi, lo studio ha valutato il livello di rischio di 6.321 visitatori del Museo Estense e ora si estenderà a tutti i dipendenti dell’Azienda Ospedaliera S. Anna, ai lavoratori di un’industria metalmeccanica e ai clienti di un supermercato, con l’obiettivo di creare una vera e propria “clinica per i sani”, centro permanente dedicato al benessere cardiaco. Ma il prof. Roberto Ferrari, presidente della Società Europea di Cardiologia (ESC) e anima del progetto è ben più ambizioso: “Voglio esportare questo modello su scala nazionale e poi europea perché sono convinto che la prevenzione sia compito dell’interna comunità. Per questo è nato “Il cuore al centro”: un’iniziativa che punta l’attenzione sulla prevenzione delle malattie cardiovascolari, prima causa di morte nel nostro Paese e responsabili di 4 decessi su 10”. Il progetto è promosso dalla “Fondazione Anna Maria Sechi per il Cuore” (FASC), presieduta dal prof. Ferrari, ed ha già realizzato un’iniziativa innovativa, dedicata alla buona comunicazione: la FASC ha attivato il numero verde del cuore (800.216.662), un servizio gratuito di ascolto e counselling unico in Italia, attivo tutti i giorni feriali dalle 15 alle 17. Tra gli obiettivi, fornire informazione su fattori di rischio e prevenzione, offrire orientamento e supporto nella prenotazione della visita, indirizzare il paziente alle strutture di cura e assistenza. Tutte le informazioni sulle attività della Fondazione Sechi sono accessibili nel sito www.cuorealcentro.it, il portale dedicato al progetto.

Fondazione Anna Maria Sechi
TORNA INDIETRO